Runner riposo allenamento corsa

Per poter dare il massimo in uno sport come quello del running si ha bisogno del giusto riposo allenamento corsa.

Si sa, la corsa è l’attività prediletta per chi vuole ridurre il colesterolo cattivo, migliorare la funzionalità cardiaca e favorire la perdita di peso.

Ma come in ogni sport sì la costanza è tutto, tuttavia senza esagerare. In questo articolo vogliamo parlarti dell'importanza del riposo e del perché saltandolo fai del male al tuo corpo. 

Il sovrallenamento

Più ti alleni, più a lungo e più velocemente correrai. Tuttavia è sempre bene ricordare che allenarsi troppo fa male e provoca un esaurimento muscolare. 

Il sovrallenamento, infatti, è una condizione che si verifica quando svolgiamo un allenamento troppo intenso o troppo ravvicinato, in aggiunta ad un'alimentazione carente o alla mancanza di un buon sonno ristoratore. In questi casi il corpo si indebolisce e accumula stanchezza.

Il riposo dopo un allenamento corsa, ma anche di altri sport, meglio conosciuto con il termine “recupero”, è un elemento fondamentale a cui molto spesso non viene data la giusta importanza. 

Il recupero post allenamento infatti aiuta a rigenerare le fibre muscolari, favorendo l'adattamento allo sforzo fisico compiuto. Per cui, allenarsi troppo senza un giusto tempo per un riposo allenamento corsa, è molto probabile che non porti ad alcun nessun progresso fisico.

Riposo allenamento corsa: regole di un buon runner

Quindi quali sono i giusti tempi di riposo allenamento corsa da seguire?

Il tempo di riposo

Dopo un allenamento intenso l’organismo ha bisogno di ripristinare le condizioni originarie.

In particolar modo il corpo si attiva per:

  1. .eliminare l'acido lattico ed il doms post allenamento (dolore muscolare ad insorgenza ritardata);
  2. .riparare gli effetti del catabolismo proteico;
  3. .recuperare gli effetti dei mircrotraumi fisiologici prodotti dalla corsa.

Per cui si ha bisogno di un vero e proprio riposo muscolare dopo l'allenamento. Addirittura molti runner hanno difficoltà a recuperare allenamenti anche non intensivi, trovandosi in alcuni casi a dover limitare le uscite settimanali.

Da sfatare l’errore comune per cui si pensa che il recupero dipenda solamente dallo smaltimento dell'acido lattico. Infatti, alte dosi di acido lattico nel sangue si smaltiscono entro poche ore dal termine dell'allenamento.

Uno sportivo che arriva al termine del suo allenamento con concentrazioni di lattosio notevoli, può riprendere il suo allenamento il giorno successivo con pari prestazione.

Ma allora quanti giorni di riposo sono necessari per riprendersi da un allenamento intenso? Di sicuro ogni organismo risponde in maniera differente rispetto ad un allenamento sia per proprie caratteristiche fisiche personali sia per fattori esterni, quali ad esempio lo stile di vita.

Ciò che è certo è che per allenarsi in modo efficace è necessario rispettare i giusti tempi di riposo muscolare dopo l'allenamento. 

Cosa impedisce un corretto riposo allenamento corsa e quindi un recupero più rapido?

Cause di un riposo carente

Prima causa che impedisce un corretto riposo dopo un allenamento di corsa e quindi un recupero più rapido del nostro organismo, è la carenza di magnesio o di calcio.

La carenza di magnesio, in particolare, è associata spesso a sensazioni oggettive di stanchezza. Tuttavia, è importante che l’atleta assuma magnesio solo dopo averne verificato l’effettiva carenza. A differenza del calcio, non è corretto assumerlo a scopo preventivo ma solo dietro necessità e dopo il consulto con uno specialista.

Sempre associata alla stanchezza è la carenza di ferro. Ma anche in questo caso prima di parlare di anemia sportiva è necessaria una diagnosi certa.

Tra le cause che impediscono un corretto riposo dopo la corsa possiamo inserire inoltre, gli allenamenti troppo ravvicinati.

Riposo allenamento corsa: regole di un buon runner

Se gli allenamenti sono troppo ravvicinati, o se ci si è alimentati poco o male, come chi abbina spesso l’allenamento ad una dieta dimagrante non ricostruendo il giusto apporto di energie, il recuperò sarà lento e pessimo. Così come allenamenti intensi troppo frequenti.

Solitamente, durante una settimana, solo una o due sedute di allenamento dovrebbero essere intense, mentre è consigliato di rallentare il ritmo nelle successive. Questo per evitare i microtraumi fisiologici, e diminuire il tempo di recupero.

Per cui l’unico modo per un corretto riposo allenamento corsa è quello di smettere di allenarsi ascoltando il proprio corpo. 

Conclusioni

Il corretto riposo dopo la corsa è dunque fondamentale per potersi continuare ad allenare, migliorando anche le performance sportive. Per favorire il corretto recupero:

  1. .mangia più carboidrati per riportare l'energia al giusto livello;
  2. .bevi almeno 2 litri di acqua al giorno;
  3. .segui un programma di allenamento ben organizzato;
  4. .integra la corsa con altre tipologie di allenamento. 

Per quest'ultimo scopo è bene provare allenamenti dedicati al rinforzo delle articolazioni, all'allungamento dei muscoli e alla mobilità.

Sperimenta attività diverse come il nuoto, yoga, spinning o la sala persi, per avere degli allenamenti equilibrati ed un fisico forte. 

Potrebbero interessarti anche: